Maschere Bondage

Il binomio dominazione-sottomissione per eccitarsi

Nel bondage ogni accessorio ha il suo significato.

maschera blindfold bondageCosì come in tutte le varie branche del BDSM anche il bondage prevede che l’abbigliamento abbia dei canoni particolari per sottolineare la differenza che esiste tra il dominatore ed il suo sottomesso.

Nei giochi di dominazione sono i ruoli che devono essere particolarmente definiti ed ogni indumento o accessorio utilizzato, ha lo scopo preciso di determinare i comportamenti definiti “fetish”.

Il collare per esempio, è uno dei simboli per antonomasia di questa disciplina che coinvolge la coppia o un gruppo.
Insieme al collare, la maschera bondage riveste un ruolo importante perché il dominatore Mistress o Master, la sceglie per il suo schiavo come simbolo di sottomissione. Ne esistono di vari tipi a seconda dell’intensità che si vuole dare al rapporto sessuale.

Alcune di esse non hanno l’apertura degli occhi, segno evidente che si desidera apportare mistero e suspence nel momento delle punizioni inflitte allo schiavo.
A quest’ultimo sarà privato di vedere le azioni che compie il suo dominatore e che andranno ad interessare alcune zone del suo corpo.
I “supplizi” arriveranno inaspettati e senza alcun preavviso ed il gioco si renderà ancora più affascinante del previsto.

Maschere costrittive per impedire allo schiavo di parlare

Il sottomesso obbligato a tacere.

Fermo restando che il sadomaso negli anni ha subito tantissime variazioni, è doveroso precisare che una delle sue rigorose regole era quella che lo schiavo dovesse subire qualsiasi tipo di punizione senza proferire parola.
Naturalmente, in questa rigida regola è compresa anche la possibilità che una volta oltrepassata la soglia del dolore, lo schiavo possa chiedere di terminare il gioco.

Una delle tante maschere presenti nei sex shop online è quella provvista di morso.
Questa maschera ha una duplice funzione ossia quella di sottolineare la remissione dello schiavo ma anche quella di impedirgli di lamentarsi.
È fornita di un morso che farà sperimentare il dominio del padrone su di lui ma è una maschera a tutti gli effetti.

Il morso è traspirante e quindi, il sottomesso potrà respirare correttamente ed è reperibile in diversi modelli.
Quella più ambita è in ecopelle nera corredata da borchie e cinturini per stabilizzarla al collo o dietro la nuca. Molte sono provviste di anelli d’acciaio ed hanno le aperture per gli occhi.

Maschere bondage seducenti anche per i padroni

Ambite nel sesso di gruppo.

La maschera non è solo un elemento da imporre allo schiavo ma anche un accessorio da introdurre nell’abbigliamento del padrone.
Spesso le mistress sono dotate di maschere stile veneziano che richiamano gli indumenti ottocenteschi con cui sono vestite.
Ispirate ad uno stile antico, faranno rivivere ad entrambe i partner emozioni da favola.

Molte altre maschere invece, sono a forma di cappuccio con aperture per gli occhi, il naso e la bocca.
Sono molto ambite nei circoli del BDSM e nelle sale dove si pratica sesso di gruppo.

Offrono momenti di eccitazione ad alto livello perché hanno il preciso scopo di non portare a conoscenza dello schiavo quale sarà il suo dominatore.
Il padrone infatti, verrà reso irriconoscibile da questo tipo di maschera di fattura molto leggera e facilmente indossabile con un’elevata goduria da parte del sottomesso che potrà solo immaginare l’identità del suo dominatore.
Per chi vuole far provare al proprio schiavo l’ebbrezza di un dildo, può farlo indossando la maschera corredata da un piccolo membro fallico all’altezza della bocca.