Manette Bondage

Le manette bondage

manette o cuffs per bondageComponente semplice, ma d’effetto, le manette bondage non possono mancare quando il rapporto sessuale diventa “hot. Essendo l’immobilizzazione l’aspetto “principe” durante un rapporto bondage, le manette ne sono uno degli elementi di maggior rilievo. Generalmente le manette sono il corredo del cosiddetto “soft bondage”, dove l’immobilizzazione non è estrema come nel bondage vero e proprio. Tuttavia, la sola idea di essere immobilizzati o meglio, ammanettati, per esempio ad un letto, per molte persone è fonte di grande eccitamento.

Perché le manette

Le manette sono il simbolo dell’immobilizzazione: le usano le forze dell’ordine per bloccare i malviventi e questo, nell’immaginario collettivo, le fa essere lo strumento più conosciuto per bloccare i movimenti di una persona.

Di riflesso, questa loro caratteristica le ha fatte diventare uno degli strumenti più utilizzati nel bondage. Possono essere costruite in materiali diversi: dal metallo alla pelle, sempre con più copie di chiavi (per non rischiare imbarazzanti spiegazioni al fabbro).
Generalmente è proprio con le manette che ci si avvicina al bondage: una serata particolarmente “hot” con il/la partner prende il via proprio dalla legatura dei polsi della “vittima”, anzi: “sub”, questo è linguaggio tecnico con cui ci si riferisce alla persona che subisce il bondage.

Le manette per eccitare

Le manette, al contrario della semplice striscia di stoffa, rappresentano più verosimilmente la costrizione (l’idea è che non ci si possa liberare senza le chiavi e ci si affida completamente al partner) e l’eccitazione di essere posseduti dal partner secondo i suoi desideri. Si tratta di un accessorio che può essere utilizzato per bloccare polsi o caviglie, indifferentemente.

I modelli e le varianti

Per stimolare la fantasia dei loro clienti, i produttori propongono diverse versioni delle manette bondage. Si parte proprio da quelle ad imitazione dei modelli in dotazione alle forze dell’ordine, con gli stessi principi di funzionamento. Sono fornite con almeno due coppie di chiavi e i modelli più evoluti hanno un dispositivo che ne permette comunque l’apertura nel caso di smarrimento delle chiavi.

Esistono, poi, modelli in cuoio (hanno una leggera imbottitura per non far male ai polsi) che ricordano vagamente i bracciali dei gladiatori. I modelli con le fibbie in pelle permettono la regolazione della stretta sui polsi e anelli o moschettoni alle estremità permettono il bloccaggio dei polsi fra di loro o in altre posizioni. Ne esistono anche di colorate, per chi ama le varianti. Ancora più soft sono i modelli con bracciali in peluche, spesso colorato.
Per chi ha gusti più particolari esistono anche modelli di manette che sono fornite di catene di collegamento fra queste ultime e collari o cavigliere, per un bloccaggio più particolare del partner. In alcuni casi la catena viene sostituita con un accessorio ad “Y” in pelle. Modelli più estremi permettono il blocco del partner anche al punto vita, con speciali cinturoni. Le diverse versioni possono permettere il bloccaggio delle mani in posizione anteriore o posteriore, a seconda dei diversi gusti.

Quali manette?

La risposta alla domanda: quali manette utilizzare? è una sola: quelle che vi eccitano di più. Non esiste un modello migliore o peggiore di un altro: dipende dalla pratica sessuale che vi eccita maggiormente e che praticherete con le manette. Sicuramente meglio rivolgersi a prodotti di qualità che garantiscono materiali di prima scelta, con cui è molto difficile farsi del male accidentalmente.